Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2013

Italia - Piemonte - Alto Piemonte, DOC principaliDopo aver affrontato le quattro denominazioni dedicate al Nebbiolo a cavallo del Tanaro, ci spostiamo a nord. Attraversata la pianura padana e la fascia delle risaie, ai piedi del massiccio del Monte Rosa giungiamo ai piedi di una lunga teoria di colline affacciate sulla pianura che va dal Ticino fino al torrente Strona, non lontano da Biella. Tagliate in due dalla valle del Sesia (altro…)

Read Full Post »

Grumello Risc di Sassina - dicembre 2012Chiuso giovedì sera il primo ciclo di degustazioni con una magnifica terna di Riesling fra Alsazia, Rheingau e Mosella, è già il tempo di aprire le danze con tre nuove serate che si annunciano ancora straordinariamente coivolgenti.

NEBBIOLO: L’ALTO PIEMONTE
Prosegue l’esplorazione dei territori del nebbiolo che approda ai piedi del Monte Rosa, in Alto Piemonte. Luogo di un mosaico di denominazioni di straordinario valore territoriale, perfettamente aderenti alla mappa geologica (altro…)

Read Full Post »

Maelstrom I vini tedeschi sono fra i più ricchi di storia, tradizione e stratificazione culturale al mondo. Poco conosciuti per via di associazioni di idee nazional-popolari che dipingono la Germania come una terra inospitale per le coltivazioni tipicamente mediterranee e i tedeschi come un popolo dedito al consumo ma anche alla produzione della birra fra gli alcolici da tavola, i vini tedeschi -per lo più bianchi, ma non solo (altro…)

Read Full Post »

barolobarbarescoroeroIl Nebbiolo ha un carattere forte. Ogni aspetto della sua personalità è tutto tranne che medio, tutto può essere ovvero risultare, tranne che mediocre: colore lieve, aromi nitidi e amplissimi di spettro, tannini decisi, alcool generoso, acidità rilevata. Un vitigno tecnicamente neutro, privo cioè di terpeni, le molecole che danno al moscato i suoi tipici accenti aromatici, ma tutt’altro che neutrale. Al contrario, un vitigno impositivo, marcante, di inaggirabile presenza. Un vitigno straordinariamente capace di “leggere il territorio”, cioè (altro…)

Read Full Post »

BaroloI grandi vini rossi italiani sono tanti, molti di più di quanti non si pensi scorrendo l’elenco dei vini di fama già consolidata. Tanti sono i vitigni poco noti che meriterebbero maggiore fortuna, oggi pienamente valorizzati solo da un ristretto manipolo di produttori capaci di esprimerne appieno il potenziale, e ad essi mi piace sempre dedicare molto spazio ed attenzione. Per contestualizzare appropriatamente la statura di questi tesori nascosti la cosa migliore è cominciare il percorso dalle tipologie più affermate (altro…)

Read Full Post »

il battello ebbro Più sobriamente (ma non è una contraddizione, parlando di vino?) si chiama enografia, e si definisce come la conoscenza metodica dei vini esistenti, ordinati secondo il luogo in cui essi vengono prodotti.

In realtà si tratta di salire sul Battello Ebbro, ovvero di imparare l’arte di andare a zonzo ubriachi, leggendo il mondo attraverso la lente deformante e rivelatrice del vino. Dunque si affrettino i signori e le signore a ritirare il primo biglietto della nuova stagione invernale, che si preannuncia ricca di destinazioni esotiche (altro…)

Read Full Post »